martedì 16 luglio 2019

Cosmetici, agenti microbici e sistema conservante.


Conservanti nei cosmetici
Cosmetici, agenti microbici e sistema conservante.

Accenni di microbiologia generale

La  qualità di un prodotto cosmetico può essere interpretata come sintesi di caratteristiche oggettive,  legate cioè alla percezione del consumatore, quali per esempio le caratteristiche sensoriali, lo skin feeling, la profumazione, e di caratteristiche oggettive del prodotto, tra le quali -oltre alla necessità di non risultare dannoso per l'utilizzatore - anche quella di mantenere nel tempo le performance attese e/o vantate del prodotto, in sintesi che il prodotto cosmetico risulti stabile nel tempo sia in termini prestazionali, sia  chimico-fisici e microbiologici.
Dal punto di vista tecnico queste ultime

lunedì 8 luglio 2019

Condizionanti per capelli.


Prodotti da applicare dopo lo shampoo. 

Trikho il capello 
I condizionanti.

Il mercato offre una vasta gamma di prodotti da utilizzare dopo lo shampoo, in grado di rendere i capelli pettinabili, morbidi e lucenti.
Questi prodotti contengono sostanze ad azione condizionante in grado cioÄ— di fissarsi sulle squame intrappolando sostanze  ristrutturanti all'interno della cuticola.
Ricordiamo che la cuticola è lo strato più esterno del capello ed è formato da 6-8 strati di cellule corneificate disposte come le tegole di un tetto: Il tutto forma una struttura estremamente protettiva.
La cuticola è molto resistente ma può venire danneggiata da eventi fisici: calore, sfregamento, attrito, radiazioni UV e da sostanze chimiche: tensioattivi,

sabato 6 luglio 2019

Invecchiamento dei capelli.



Cosi come accade per la pelle, anche i capelli invecchiano.



 La vita del capello è caratterizzata da un ciclo in cui si riconoscono varie fasi: un periodo di normale crescita attiva (anagen), della durata di circa 3-7 anni, una fase di arresto della crescita (catagen, che si protrae per 2 settimane), una fase di riposo (telogen) della durata di circa 3 mesi seguita da una fase di caduta (exogen). Con il passare del tempo, anche i capelli subiscono, come la pelle, mutamenti fisiologici ed estetici inevitabili.

venerdì 24 maggio 2019

Come proteggere i capelli dai danni causati dal sole.


protezione solare per i capelli

Fotodanno e fotoprotezione dei capelli.

Esistono evidenze sperimentali che i raggi ultravioletti, danneggiano il fusto dei capelli.
A questo danno partecipano i raggi  UVA, UVB e IR. La melanina presente nel fusto del capello si comporta
come scavenger di radicali liberi attraverso i suoi gruppi carbonilici.
Dal punto di vista clinico, possiamo distinguere una serie di disturbi dove i raggi ultravioletti fungono da elemento scatenante (dermatosi fotosensibili) ed altri dove i danni prodotti conseguono
alla mancanza dei capelli (dermatosi da fotodanneggiamento del cuoio  apelluto).
Trattando il tema dei rapporti tra raggi ultravioletti e capelli, occorre  onsiderare il fenomeno della “micro-infiammazione follicolare” e del suo ruolo nel decorso clinico dell’alopecia androgenetica.
 Dai dati in possesso si pensa che l’evento scatenante la  microinfiammazione sia da collocarsi nel terzo superiore del follicolo pilifero. La spiegazione non è ancora del tutto nota, ma risulta evidente che limitare la fotoesposizione dei