martedì 27 febbraio 2018

Come fare una recensione e avere tanti followers.

La mia prima recensione.
Ciao, se segui il quaderno di cosmetologia, sai già che non ne ho mai fatte. Se invece è la prima volta che mi leggi sappi che questa è e sarà la prima e ultima recensione che leggerai.
Antefatto.
Il quaderno di cosmetologia nasce nel 2010  per una ragione ben diversa da ciò che oggi è diventato.
Siamo a scuola ,
lavoriamo con le classi terze sui progetti d'esame. Le “ tesine “ o  project work ,discutere all’orale in presenza della commissione esterna.
Il progetto prevede la discussione di un argomento trattato nei tre anni di formazione.
Così inizia la raccolta , la ricerca di approfondimenti. L’ invio di file con appunti, con spunti... ma si sa la tentazione di una visitina sul web esiste e... si sa il web ti apre al mondo!
Prof ho letto su un blog che bisogna evitare come la peste tutti gli ingredienti che finiscono per ONE.
Che faccio lo aggiungo alla relazione?
No,
Ma proffff, lo ha scritto una che ha 5000 follower.
Spiego, motivo , si sa una balla seppur ripetuta milioni  di volte resta sempre una balla.
 Nel web no! Una colossale balla , condivisa e commentata un centinaio di volte ( basta anche di meno) diventa una indiscutibile verità!
Sono passati diversi anni dai mie primi ragazzi, e l’influenza  dei social sulla didattica, sul loro modo di pensare si percepisce in maniera importante.
Oggi abbiamo a disposizione una quantità di informazioni davvero impressionante. Questo è un bene. Ma è altrettanto impressionante l' enormita’ delle persone che scrivono sul web ( e questo non è sempre un bene 😂😂)
Non serve avere conoscenze o competenze specifiche  nel settore in cui ci si vuole cimentare.
Ciò che serve è un pc e una connessione a internet e il gioco è fatto.
Un blog su una qualsiasi piattaforma e poi Facebook, Instagram, Twitter, Pinteresr ecc...
Unico requisito fondamentale che le aziende da recensire chiedono è il numero dei follower... Sotto i 1000 non ti prendono neanche in considerazione. Non sei nessuno. E si perché non conta la qualità di ciò che si scrive , conta solo quante persone leggeranno ciò che hai scritto e pazienza se per vendere il suo prodotto l’ azienda punta a demonizzare l’ingrediente  x o quello y, non conta anzi, chissene...
Oggi, formare ragazzi consapevoli è complicato, lo è non per loro responsabilità bensì per le nostre.

La mia prima recensione.

Ed eccoci a noi alla prima recensione , ovvero quella che non farò.
 Il motivo che leggerai di seguito non è diverso da quanto rispondo alle mail di chi mi chiede collaborazioni con l'implicita richiesta di una filosofia demagogica che non mi appartiene.
Il quaderno di cosmetologia, nasce e rimane il quaderno degli appunti , un posto dove mettere sotto forma di articoli , argomenti delle lezioni, curiosità, news o semplicemente temi che mi interessano particolarmente.
Mi piace la libertà di poter scrivere che no. i siliconi non sono stati vietati nella modifica del REACH, hanno invece subito una limitazione d’ uso. Mi piace avere la libertà ,in questo spazio mio ,di parlare del segmento green come del cosmetico tradizionale.
 E ancora mi piace dopo aver letto un nuovo capitolo di un manuale riassumerlo , trasformarlo in appunti e lasciarlo qui nel web per chi come te o come me , prima di scegliere impara a saper scegliere.

Prof ma lei è una fashion blogger?
No 😂, non ti pare che ce ne siano già troppe?
E allora lei non è una influencer...
Sorrido.
 È vero purtroppo non sono una influencer e questo sì che mi dispiace. 😥
Poi mi soffermo, sto un po’ in silenzio...
Vedi Ledja , a pensarci bene , io lo sono una influencer , lo sono da quasi 20 anni, lo sono da prima che il termine esistesse. In tutti questi anni ho avuto migliaia di followers che mi hanno seguita ora dopo ora, lezione dopo lezione. La maggior parte di loro ora è “ famosa “ il loro outfit molto fashion è una divisa , il camice bianco e quando le incontro , con orgoglio le guardo e penso :
 Le mie parrucchiere / estetiste. ❤️

Dedicato a tutti i miei ragazzi/e , a voi che professioniste lo siete diventate e a tutte voi che questa strada l'avete appena iniziata.
Amatelo il vostro lavoro , amateli quei fogli di carta pieni di sapere , quei libri pieni di nozioni , imparate ad imparare siate curiosi sempre...

La vostra Proffy


21 commenti:

  1. Una gran bella lezione! Il web è un mondo così vasto e quasi incontrollabile. I giovani (ma non solo) vanno educati e seguiti per evitare che vengano risucchiati nelle rete.
    Baci.

    RispondiElimina
  2. Che belo questo post!e già allora anche io sono una prof influencer

    RispondiElimina
  3. Bellissimo ciò che hai scritto! Complimenti

    RispondiElimina
  4. Mi ritrovo davvero molto nella tua recensione

    RispondiElimina
  5. Ho letto il tuo post tutto d'un fiato. Apprezzo molto la tua coerenza, se tutti i blogger/influencer parlassero davvero solo di ciò che conoscono e apprezzano il web sarebbe un posto migliore.

    RispondiElimina
  6. Anche io penso che bisognerebbe parlare di cosa si conosce davvero!

    XOXO

    Cami

    Paillettes&Champagne

    RispondiElimina
  7. Non mi soffermo quasi mai nei vari blog....tutti costruiti da sognatori che alla prima offerta vendono il frutto di anni di lavoro per due spiccioli e quattro parole false che non vorrebbero nemmeno scrivere. Hai dato un vero schiaffo morale a tutta quella gente che fa arricchire grandi imprenditori e grandi marchi pronti a prenderci per i fondelli....poi per cosa? Omaggi, assaggio vari ed altre cavolate. Tu si che sei una vera blogger....non cambiare mai sei stupenda 😍😍😘😘😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono commossa, di quelle commozioni che ti partono dall’ anima... Non è facile scrivere “ contro corrente “ ma ancora di più non lo è commentare un post come il mio... Grazie per aver compreso cosa c’è dietro , chi c’è dietro questa tastiera. Il rispetto per il nostro lavoro è il rispetto per noi stessi ❤️

      Elimina
  8. se ami e comunichi con passione e competenza puoi diventare un influencer, magari di una nicchia, ma lo sarai :)

    RispondiElimina
  9. Che simpatici i tuoi alunni e quanta fortuna avere te come prof!

    RispondiElimina
  10. La comunicazione è molto più importante del seguito che si può avere, se fai qualcosa con passione, riuscirai di sicuro o almeno potrai pensare che in fondo ci hai provato ;-)

    RispondiElimina
  11. Per fortuna le cose stanno cambiando e gli utenti non seguono più solo per i numeri, ma cercano il contenuto. Io amo i blog che fanno recensioni, basta solo saper selezionare bene di chi fidarsi.

    RispondiElimina
  12. Ma quanto hai ragione? Per fortuna le cose stanno cambiando, piano piano ma cambiano

    RispondiElimina
  13. Bel post. Brava Proffy. Far ragionare è sempre un compito ingrato. Ma di Don Quixotte è pieno il mondo!

    RispondiElimina
  14. Bell'articolo cara!! E quant'è vero che "cagate" condivisa e ripetute da qualche persona internet "famous" diventano verità... che tristezza

    RispondiElimina
  15. Questa è la recensione più bella che abbia mai letto! Hai ragione, il web ha le sue leggi, che spesso (purtroppo) è difficile condividere ed imparare ad accettare, soprattutto per chi sul web ci lavora...

    RispondiElimina
  16. purtroppo ora è diventata una moda .... web influenze, blog .... numeri gonfiati . pagine senza filo conduttore. Tante false verità....

    RispondiElimina
  17. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  18. Ho letto tutto d'un fiato il tuo articolo e sappi che è una cosa che faccio molto raramente perchè il tempo mi è contato. Mi hai dato da riflettere e ti ringrazio. Sono capitata sul tuo blog quasi per caso ma sappi che temo non lo lascerò tanto facilmente.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sarah , grazie per aver colto il senso di questo articolo ❤️

      Elimina

I vostri commenti sono molto graditi.