sabato 14 aprile 2018

Fragola


Fragola 

Sinonimi: Fragola dei boschi, Fravolaria.
 Nome botanico: fragaria vesca l. (Rosaceae). Nome inglese: strawberry
Componenti principali fitocomplesso: acidi organici, acido ascorbico, antocianosidi, flavonoidi. Parti usate: foglie, frutti freschi acerbi (polpa, succo), rizomi (decotto).
 Funzione: ammorbidente (succo), antirughe (polpa), astringente [frutto (medicina popolare)], biostimolante cutanea (polpa, succo), dermopurificante, esfoliante (polpa, succo), rinfrescante (frutto), tonificante (succo).
 Indicazioni:
invecchiamento cutaneo cronologico.
Forme cosmetiche/preparazioni: dentifrici (aroma), emulsioni (aroma), maschere (aroma). Note: nel fitocomplesso della droga della Fragola sono presenti acidi organici che alimentano il ciclo di Krebs ripristinando valori adeguati di molecole di ATP biodisponibili per le mitosi cellulari solitamente rallentate nell’invecchiamento cutaneo (compromissione del metabolismo glicolitico aerobio ad alta produzione energetica deviato verso un metabolismo glicolitico anaerobio a bassa produzione energetica); determinano inoltre un effetto esfoliante. L’acido ascorbico esplica un’azione antiossidante nei confronti dei radicali liberi dell’ossigeno e rappresenta un cofattore essenziale per la biosintesi del collagene. L’idrochinone esplica un effetto schiarente. Gli antocianosidi riducono la permeabilità capillare, esplicano un’azione vasoprotettrice (formano legami chimico-fisici con i fosfolipidi delle membrane endoteliali rafforzandole), stimolano la biosintesi dei glicosaminoglicani (GAG), stimolano la biosintesi delle proteine nelle cellule endoteliali (aumentano la resistenza dell’endotelio e la sua capacità riparativa), esplicano un’azione anti-jaluronidasi e anti-elastasi (impediscono la degradazione dell’elastina, importante proteina strutturale della pelle), inibiscono la fosfodiesterasi con aumento della formazione di cAMP e ottimizzazione dei metabolismi anabolici dei fibroblasti (biosintesi del collagene, biosintesi dell’elastina, biosintesi dei GAG). I flavonoidi stimolano la biosintesi del collagene e ne stabilizzano le fibre, stimolano la biosintesi dei GAG, proteggono l’elastina della pelle dall’attività proteolitica dell’enzima elastasi, esplicano un effetto estrogeno-agonista (gli estrogeni stimolano la biosintesi di un collagene ben strutturato) ed esplicano un’azione estrogeno-antagonista, esplicano un’azione antiossidante

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono molto graditi. Grazie Francesca.