lunedì 8 luglio 2019

Condizionanti per capelli.


Prodotti da applicare dopo lo shampoo. 

Trikho il capello 
I condizionanti.

Il mercato offre una vasta gamma di prodotti da utilizzare dopo lo shampoo, in grado di rendere i capelli pettinabili, morbidi e lucenti.
Questi prodotti contengono sostanze ad azione condizionante in grado cioė di fissarsi sulle squame intrappolando sostanze  ristrutturanti all'interno della cuticola.
Ricordiamo che la cuticola è lo strato più esterno del capello ed è formato da 6-8 strati di cellule corneificate disposte come le tegole di un tetto: Il tutto forma una struttura estremamente protettiva.
La cuticola è molto resistente ma può venire danneggiata da eventi fisici: calore, sfregamento, attrito, radiazioni UV e da sostanze chimiche: tensioattivi,
tinture, permanenti, decolorazioni, cloro ma anche da inquinamento, acqua di mare, sole, vento ma anche spazzolature, pettinatura, piastre.
Le sostanze condizionanti vengono adsorbite sulla cuticola, chiudono le squame e danno al capello corpo, luminosità e idratazione.

FUNZIONI
Vediamo nel dettaglio le varie funzionalità richieste ad un prodotto dopo shampoo.
Rendere i capelli brillanti, facilitare la districabilità, conferire morbidezza al tatto senza appesantire
eliminare l'elettrostaticità, questa funzione viene svolta dai tensioattivi cationici.
 Dare tono e volume ai capelli fini e rendere più facile la loro messa in forma, aiutare a migliorare alcune anomalie del fusto come la tricoptilosi e la triconodosi.

FORME COSMETICHE
I condizionanti sono presenti sul mercato nelle seguenti forme cosmetiche.

  •  Prodotti a risciacquo, rinse off, in forma fluida come i balsami, vengono applicati subito dopo lo shampoo, per un tempo variabile dal 3 al 5 minuti per poi essere risciacquati con abbondante acqua.
  •  Prodotti a risciacquo, rinse off, creme e maschere: il loro utilizzo è periodico (settimanale) e permettono di migliorare l’idratazione del capello. Dopo l'applicazione si lasciano in posa per un tempo variabile da alcuni minuti a mezz'ora, talvolta asciugando i capelli sotto un casco (10-20 minuti) per poi procedere con il normale risciacquo. La forma in crema è più densa in quanto più ricca di sostanze grasse e permette l'applicazione del prodotto solo nelle zone interessate come ad esemplo le punte.

Tra gli ingredienti di questi prodotti possiamo trovare gli idrolizzati proteici ad esempio di cheratina, elastina o della seta, in grado di penetrare nella cuticola e rinforzare il capello.

  •  Prodotti senza risciacquo, leave on: si tratta di prodotti in che vanno applicati sui capelli umidi dopo averli tamponati, si procede poi con la normale asciugatura. Sono a base di grassi minerali, siliconici o vegetali.

Vediamo nel dettaglio gli ingredienti ad azione condizionante.


Condizionanti cationici non polimerici.

Troviamo i composti dell'ammonio quaternario indicati con il nome Quaternium seguito da un numero, più alto è il numero più recente è l’introduzione sul mercato; I sali di ammonio quaternario più usati sono:
Il Cetrimonium Chioride e l Behentrimonium Chlaride, condizionanti con maggior biodegradabilità sono gli Esterquat. Utilizzate sono anche le amine aromatiche come Behenamidopropy Dimetylamine e Stearamidopropyl Dimethylamine.


Condizionanti cationici polimerici
 SI ottengon0 per quaternizzazione di polimeri naturall (polisaccaridie proteine) o sintetici, rispetto ai precedenti hanno minor potere condizionante ma maggiore sostantività ed effetto filmogeno.
 Sono indicati con il nome di Poliquaternium seguito da un numero, oppure derivati della gomma guar e dell’idrossipropil guar Guar Hydroxypropyltrimonium Chloride, Hydroxypropyl Guar Hydroxypopyltrimonlum Chloride; molto usati sono Polyquaternium-7 e Polyquaternium-10

Condizionanti non cationici
Si utilizzano alcoli grassi stearillco (Stearyl Alcohol) e cetearilico (Cetearyl Alcohol) usati sia come fattori di consistenza che come lubrificanti e derivati siliconici (  Dimethicone, Amodimethicone
Ciclopentasiloxane). Molto utilizzate sono anche piccole molecole idrofile (Glycerin) In grado di penetrare la struttura del capello e di agire come condizionanti. Si impiegano Inoltre aminoacidi, PCA e pantenolo o provitamina B5.

Francesca Esposito Amendola.

Hai incontrato termini relativi ai capelli e vuoi approfondire?
Leggi qui COSA VUOL DIRE...

Se vuoi saperne di più sui capelli segui    Trikho   

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono molto graditi.